Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Irlanda’ Category

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________
Sean Scannell, stellina del Crystal Palace e del calcio irlandese (holmesdale.net)

Sean Scannell, stellina del Crystal Palace e del calcio irlandese (holmesdale.net)

Nato il 17 settembre 1990 a Croydon, Londra, fratello minore di Damian Scannell (attualmente in forza al Southend United), diplomato all’Ashburton Community School, inglese di passaporto irlandese con discendenza jamaicana e nordirlandese, futuro dell’attacco della nazionale irlandese attualmente allenata dal nostro Giovanni Trapattoni, che l’ha già fatto entrare nel giro della prima squadra a dispetto della giovanissima età.

Tutto questo è Sean Scannell, 18enne attaccante in forza al Crystal Palace e punto fermo delle nazionali giovanili irlandesi.
Velocità, atletismo, fisico compatto ma potente (175 centimetri per 73 chili), tocco di palla morbido, maturità – anche tattica – fuori dal comune per un 18enne: ecco le principali caratteristiche della stellina delle Eagles, squadra londinese che milita in Championship, la nostra Serie B.

Arrivato al Palace a soli 14 anni ha bruciato le tappe e dopo la splendida stagione giocata tra il 2006 ed il 2007 (con 23 reti segnate nell’Academy dei Glaziers) è stato subito promosso fino a diventare uno dei punti di forza delle formazioni under 18 e riserve. Quella, però, sarebbe stata la stagione della svolta per lui, dell’affermazione tra i pro: il 4 dicembre 2007, infatti, arriva il suo esordio in prima squadra in un match ufficiale. Neil Warnock, manager del Palace, decide di lanciarlo in sostituzione di Franck Songo’o e da lì in poi lo spazio per lui andrà via via ad aumentare.
Poco dopo il debutto arriverà anche la sua prima rete: una decina di giorni dopo il suo primo match tra i professionisti Scannell sigla infatti la sua prima rete ufficiale in maglia Eagles. E’ il giorno del suo esordio casalingo e Warnock decide di lanciarlo ancora al posto di Songo’o. Lui ripaga la fiducia del suo mister, segnando la rete che vale la vittoria proprio sul finire del match.

Scannell a fine 2007, ed a soli 17 anni, è già quindi una realtà del calcio inglese, dopo che da anni lo era già del calcio giovanile irlandese con le sue apparizioni nelle rappresentative under 17 e 18.
Ad inizio 2008 arriva l’inevitabile rinnovo: i dirigenti del Palace, infatti, fiutano gli interessamenti dei principali club di Premier League e fanno firmare a Sean un contratto con scadenza a giugno 2010. Scannell, quindi, qualora le cose restino così potrà firmare un contratto con un altro club il gennaio prossimo, per svincolarsi poi a fine anno a parametro zero.

Nell’ultimo anno e mezzo, intanto, le sue quotazioni sono andate salendo: all’epoca della firma sul rinnovo contrattuale, infatti, Simon Jordan, Presidente del Palace, valutava il ragazzo 3,5 milioni di euro; oggi ha invece rifiutato un’offerta di ben 7 milioni di euro ufficialmente avanzata dall’Arsenal, club sempre molto attento ai giovani, britannici e non.
Chiaro però che ora Jordan debba negoziare al più presto il rinnovo del contratto: perdere un giocatore del genere a parametro zero sarebbe una follia assoluta.
Manchester United, City, Everton, Blackburn e Aston Villa, oltre ai già citati Gunners, restano alla finestra: queste, infatti, sono le società che si sono mosse per lui negli ultimi mesi, scontato pensare che attendano con impazienza il prossimo gennaio. L’eventualità di poter acquisire Scannell a zero è sicuramente da acquolina in bocca.

Scannell che, tra l’altro, ha già ricevuto anche numerosi riconoscimenti personali nonostante la giovanissima età: nel 2007 è stato votato come miglior giovane irlandese dell’anno, nel 2008 come miglior giovane del Crystal Palace dell’anno ed ha vinto il VP youth player of the year ed alla fine di questa stagione è stato votato come miglior giovane della Championship. Una serie di premi giunti a sottolineare la bontà delle cose messe in mostra da questo giovane calciatore già idolo della tifoseria Eagles. In un solo anno e mezzo di professionismo, infatti, Scannell ha già totalizzato 48 presenze in campionato (di cui 21 da riserva) condite da 4 reti, 2 presenze in FA Cup (con una rete all’attivo) ed una in Coppa di Lega.

Scannell che, intanto, ha abbandonato il giro delle nazionali under 17 e 18 per passare alle rappresentative maggiori: vanta già diverse presenze con le under 19 e 21 oltre ad una con la nazionale B ed un training camp con la nazionale maggiore (con Trapattoni che pare stravedere per lui).
In Irlanda sono sicuri: il futuro della nazionale è lui.

A suffragio di questa tesi arrivano le parole di Marco Tardelli, attualmente assisstente del Trap sulla panchina irlandese.

Scannell è visto come il futuro della nazionale irlandese (icnetwork.co.uk)

Scannell è visto come il futuro della nazionale irlandese (icnetwork.co.uk)

L’ex allenatore degli Azzurrini, infatti, ha affermato che Scannell può essere paragonato, per movenze e tipo di gioco, a Theo Walcott, uno dei più grandi talenti che il calcio inglese può vantare in questo momento. Ovviamente ammette che il giocatore dovrà crescere ancora molto per affermarsi nel grande calcio, ma dato che in lui vede grande voglia e disponibilità ad apprendere si dice convinto che possa davvero trovare una sua dimensione nel calcio che conta.
Scannell che, da parte sua, si dice disponibile a fare ciò, oltre che a voler rimanere ancora per qualche tempo al Palace: piuttosto che trasferirsi in una grande squadra e finire nella squadra riserve, infatti, Sean è convinto sia per lui un bene rimanere dov’è, per poter quindi trovare spazio in prima squadra in maniera continuativa.

Palace ed EIRE, insomma, hanno in mano un gioiellino: speriamo solo stiano attenti a non bruciarlo.

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: