Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sorteggi’

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Wolfsburg vs. Napoli

Sulla carta il quarto più interessante. Anzi, una sorta di finale anticipata, potremmo dire.

Per quanto mi riguarda il Wolfsburg, nonostante abbia i suoi bei limiti, ad ora è la favorita numero uno per la vittoria finale.
Il Napoli la due, però.

A questo punto chi passerà sarà davvero lanciatissimo verso la vittoria finale.

Napoli spacciato?

Tutt’altro.

A mio avviso ha tutte le carte in regola per passare.

Pensate a questo: l’Inter tra andata e ritorno ha regalato tre goal ai tedeschi, in maniera piuttosto assurda. Due Carrizo all’andata, uno la difesa ieri.

Nonostante questo se proprio nella partita di ieri Benaglio non avesse fatto 2-3 ottime parate l’Inter sarebbe stata in gioco fino all’ultimo secondo.

Sintomo, di fatto, che il Wolfsburg è sì forte ma comunque battibile.

Dinamo Kiev vs. Fiorentina

Sulla carta la Viola, soprattutto visto l’attuale stato di forma, parte favorita.

Salah, Joaquin e Rodriguez in questo momento sono giocatori che potrebbero tranquillamente incidere anche in Champions League, figuriamoci al piano inferiore.

Altrettanto vero, però, che la Dinamo è una squadra sempre pronta a vendere cara la pelle. E che il 5 a 2 rifilato ieri al tutt’altro che scarso Everton deve comunque dare da pensare.

Importante quindi riuscire a mantenere questo stato di forma, magari recuperando anche quei giocatori che attualmente non sono a disposizione, tipo Mario Gomez.

Poi, ovviamente, bene non sottovalutare gli avversari.

Siviglia vs. Zenit

Anche questa, volendo, potrebbe essere considerata una finale anticipata.

Del resto questi due club hanno vinto quattro delle ultime nove edizioni (tre gli spagnoli ed una i russi).

Impossibile non dire che sia il Siviglia la favorita, comunque. Un po’ perché campione in carica, un po’ per la tradizione di cui ho appena parlato e soprattutto molto perché mi sembra squadra più solida. Zenit che, del resto, ha rischiato di uscire già contro il Torino.

Dnipro vs. Bruges

Sulla carta il quarto meno interessante del lotto.

Bruges che sta disputando un’Europa League ad altissimo livello ed è arrivata dove probabilmente non credeva di riuscire. Proprio per questo, però, vorrà provare a stupire di nuovo. Del resto, come si dice, la fame vien mangiando.

Sempre la carta, comunque, dice che il Dnipro parte come favorito.

_______________________________________________________________

Compra il mio secondo libro, “La carica dei 301″! Costa solo 1 euro!

Facebook      Twitterblog      Twitterpersonale      G+      Youtube      Instagram

Read Full Post »

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Juventus vs. Monaco

Partiamo dal presupposto che nessun avversario va mai sottovalutato, più che mai se è stato capace di arrivare tra le prime otto d’Europa.

Detto questo è comunque innegabile il fatto che alla Juventus, stante le altre avversarie, sia andata bene.

A parer mio, infatti, la squadra bianconera è sulla carta superiore ai monegaschi, che pure si sono appena sbarazzati di un avversario certo non semplice come l’Arsenal.

Se sapranno giocare con la stessa compattezza e lucidità mostrata contro il Borussia Dortmund passeranno sicuramente.

Occhio, però, a non sottovalutare il Monaco. Prendere sotto gamba un avversario è sempre il modo migliore per uscire sconfitti dal rettangolo di gioco…

Atletico Madrid vs. Real Madrid

Solo lo scorso anno questa era la finale di Champions League.

Non solo. Un derby non è mai una partita come le altre.

Di sicuro, insomma, sarà questo il quarto di finale più importante, quantomeno assieme a quello dell’altra spagnola.

E qui già abbiamo due certezze: se da una parte la Spagna è sicura di mandare in semifinale almeno una squadra, dall’altra è altresì certa che ne perderà una.

Sul chi passerà… beh, difficile dirlo.

O meglio, rispondessi di botto direi sicuramente Real. E’ però altresì vero che l’Atletico è una sorta di kriptonite per i Blancos, che proprio anche nella scorsa finale di Champions faticarono tantissimo rischiando fino all’ultimo di perderla.

PSG vs. Barcellona

In realtà è proprio questo il quarto che mi affascina di più. Perché il Paris ha compiuto una grande impresa eliminando il Chelsea e sembra crescere in personalità ogni anno che passa.

Sarà questo l’anno giusto della definitiva consacrazione?

Vincere la Champions non è necessario, battere il Barça per dimostrarlo sì.

Attenzione, però: pur senza essere più la squadra praticamente imbattibile di guardiolana memoria questi Blaugrana hanno il trio offensivo più forte del mondo, anche più del Real Madrid a mio avviso.

Ed in più un Messi che sembra aver iniziato questo 2015 davvero sui suoi livelli migliori…

Porto vs. Bayern Monaco

Il quarto meno interessante, almeno da osservatore italiano, resta quindi quello che vedrà il Porto opposto al Bayern Monaco, primo favorito per la vittoria finale.

Proprio per questo c’è poco da dire: sulla carta credo sia il quarto più scontato. Nel mio “power ranking”, infatti, il Bayern Occupa la prima posizione, mentre il Porto la penultima.

Certo però che il Porto è una squadra talentuosa ed affamata. Un po’ come per la Juve, anche se con meno possibilità che succeda, il Bayern dovrà quindi comunque stare attento a non sottovalutare gli avversari…

_______________________________________________________________

Compra il mio secondo libro, “La carica dei 301″! Costa solo 1 euro!

Facebook      Twitterblog      Twitterpersonale      G+      Youtube      Instagram

Read Full Post »

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Sono stati sorteggiati oggi a mezzogiorno gli ottavi di finale di Champions League e gli accoppiamenti che riguardano tanto i sedicesimi quanto gli ottavi di Europa League.
Ecco quindi, brevemente, un piccolo commento a quanto emerso dalle urne…Champions League

Manchester City vs. Barcellona

In assoluto l’ottavo più affascinante tra tutti.
Gli inglesi erano la squadra più forte – sulla carta – tra quelle inserite in seconda fascia, e si sono presi il Barcellona di un certo Messi (ma anche di Neymar, Iniesta, Xavi, ecc.). Sulla carta dovrebbero essere favoriti i Blaugrana, che se giocheranno da Barça passeranno. Dovessi scommettere, però, penso arrischierei un Manchester City: dopo tanti fallimenti quest’anno non dico vinceranno la Champions, ma sicuramente saranno agguerritissimi.

Olympiacos vs. Manchester United

Guardando il valore assoluto dei due club non dovrebbe esserci storia.
Guardando lo stato di forma (e la sfortuna che spesso ha colpito lo United ultimamente) attuale, invece, qualche piccolo dubbio potrebbe sorgere.
Alla fine, però, penso che gli inglesi – a meno di eventi clamorosi – non avranno grossissimi problemi a qualificarsi ai quarti di finale.

Milan vs. Atletico Madrid

Giusto stamattina scrissi che i tifosi Rossoneri non dovevano sottovalutare l’Atletico. Detto-fatto, ora con ogni probabilità il Milan liquiderà Diego Costa e compagni e io sarò trollato duramente da tutti.
Dovessi dirlo seriamente, però, penserei che i Colchoneros riusciranno ad eliminare il Milan. Che a questo punto può solo sperare quello dell’Atletico sia un periodo (per quanto piuttosto lungo) di forma, che non uno stato di cose effettivo, che si presenterà immutato anche alla ripresa dei giochi.

Bayer Leverkusen vs. PSG

Il calcio tedesco è in continua crescita, quello francese – soprattutto grazie ai soldoni che vengono sborsati a Parigi e nel Principato di Monaco – anche.
In questo caso, però, il pronostico non può che essere tutto a favore dei parigini.

Galatasaray vs. Chelsea

L’urna ha deciso per uno scontro Drogba-Sneijder contro Mourinho. Non male.
Sulla carta è ovviamente favoritissimo il Chelsea, che con ogni probabilità passerà. Chissà, però, se proprio i due ex pupilli del vate portoghese non riusciranno a giocare un tiro mancino al loro ex mentore. Diciamo che tra tutte le squadre che potevano pescare per avere qualche – minima – possibilità di vittoria, le cose non sono andate malissimo ai turchi.

Schalke 04 vs. Real Madrid

Riusciranno le giovani canaglie di Gelsenkirchen a far fuori il grande Real Madrid delle spese milionarie e dei fenomeni Ronaldo-Bale (cui andrebbe aggiunto Isco, se lo mettessero in condizione di)?
Difficile, sicuramente molto difficile. Però è anche vero che se fossi nella Casa Blanca, che comunque quasi sicuramente approderà ai quarti, non snobberei nemmeno Goretzka, Meyer, Draxler e compagnia.

Zenit San Pietroburgo vs. Borussia Dortmund

I russi sono state una delle squadre che peggio hanno fatto nel corso del primo turno ad essersi qualificate per gli ottavi. Logico quindi pensare che a spuntarla possa essere il Borussia. A Dortmund credo che, anche al netto di infortuni e sfortuna, siano consci del fatto che difficilmente bisseranno la finale dello scorso anno.
Però non vogliono certo fermarsi qui…Arsenal vs Bayern Monaco

Arsenal vs. Bayern Monaco

Dopo il quarto di finale che accoppia City e Barcellona, questo si profila possa essere quello più emozionante.
Sulla carta favoritissimi i campioni in carica, candidati a bissare il successo finale dello scorso anno. Attenzione, però. Molto potrebbe dipendere dalla difesa Gunners. Che se, sulla carta, sembra destinata a poter prendere un’imbarcata non da ridere, è altrettanto vero che reggendo potrebbe dare modo all’ottima fase offensiva di cui è capace la squadra di Wenger di fare male ai bavaresi…

________________________________________________________________

Facebook          Twitterblog          Twitterpersonale          G+          Youtube
Acquista il mio primo libro: La carica dei 201!

Read Full Post »

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Senza voler fare un trattato sociologico penso di poter dire senza timor di smentita che l’Italia è la patria dell’approssimazione.

Ci sono, fortunatamente, le classiche eccezioni che confermano la regola. Ma in generale le cose stanno così, ed è forse questo – assieme ad una crisi culturale sempre più marcata – a sancire la nostra “crisi”.Bandiera italiana

Tornando su di un campo a noi più congeniale, quello calcistico, le cose non cambiano.

I club sembrano incapaci di progettare a medio-lungo periodo (esempi tanti, fortuna ce n’è anche qualcuno che invece ci prova), ad esempio.
E i cosiddetti appassionati spesso parlano senza cognizione di causa.

Del resto sulle piazze virtuali che sono i social network è ormai sempre più facile incontrare gente di tutti i tipi. E venire a contatto con approcci differenti. Ma anche e soprattutto con bestialità inenarrabili.

In questo senso, negli ultimi giorni, ho letto e sentito da più parti che, in vista dell’odierno sorteggio di Champions League, la squadra più abbordabile per il Milan (che, tra l’altro, proprio oggi compie 114 anni!) sarebbe l’Atletico Madrid.

Nel farlo, mi convinco sempre di più che la netta maggioranza dei presunti appassionati, il calcio lo viva solo al bar (prima, soprattutto) e sui social network (col loro boom degli ultimi anni).

Come si possono dare giudizi senza guardare le partite (o, per bene che vada, guardando solo quelle della propria “squadra del cuore”)?

Non lo so, ma è sempre più evidente che le cose funzioni così.

Tornando a bomba sulla questione Milan – Atletico Madrid, solo qualche piccola considerazione.

I Colchoneros sono una squadra tra le più ostiche da affrontare, in questo momento.

Ad inizio stagione affrontarono il Barcellona nel doppio confronto valevole la Supercoppa di Spagna, costringendo i Blaugrana (che, ricorderei, hanno invece pareggiato in casa e perso in trasferta contro Messi e compagnia) a due pareggi.

Di poco conto, certo, il 4 a 0 rifilato al Sant Andreu in Coppa del Re.Atletico Madrid

Infinitamente più significativo, invece, il cammino tenuto in campionato. Dove l’Atletico Madrid sta tenendo un ritmo infernale, pari proprio a quello del Barça: 14 vittorie (tra cui quella nel derby), 1 pareggio (Villareal) e 1 sconfitta (subita contro l’Espanyol per colpa di un autogoal di Courtois). Frutto della miglior difesa spagnola (9 reti incassate) e del terzo attacco (43 goal realizzati, tre meno dei cugini del Real ed uno meno del Barcellona).

Per non parlare, poi, della Champions League. Dove i Colchoneros erano inseriti in un gruppo certo non complicato, con Zenit, Porto ed Austria Vienna.
Gruppo però dominato in lungo e in largo, con 5 vittorie e un pareggio (in Russia, autogoal di Alderweireld a pareggiare il vantaggio madridista firmato da Adrian). Ovvero 16 punti. Ovvero il miglior risultato dell’intera Champions League (in coabitazione con l’altra squadra di Madrid), condita dalla miglior difesa (3 reti subite, come lo United) e da uno dei migliori attacchi (15 goal realizzati).

Se contasse poi lo stato di forma attuale, le cose non andrebbero molto meglio.

Dopo il pareggio rimediato in terra russa contro lo Zenit, l’Atletico ha inanellato quattro vittorie su altrettante partite, realizzando 11 reti senza subirne alcuna.

Per non parlare dei singoli.

Courtois è uno dei migliori portieri della nuova generazione (e ha subito solo 13 goal in 22 match). La difesa non è imperforabile ma certo quest’anno, anche in Italia, si sta vedendo di peggio. A centrocampo agiscono giocatori come Koke (che fa gola a molte big del calcio europeo) e Raul Garcia (già 10 centri quest’anno). Davanti, poi, c’è un certo David Villa. E, soprattutto, Diego Costa, capace di realizzare ben 21 reti in questo scampolo di stagione (17 in campionato, come un certo Cristiano Ronaldo).

Ora, non voglio dipingere i Colchoneros come un’armata inarrestabile. Ma non posso nemmeno accettare di vedere dipinto l’Atletico Madrid come se fosse un’armata brancaleone.

Il valore tecnico è altissimo e, visti oggi, anche compattezza di squadra e stato di forma non possono far propendere ad individuare loro come avversario più morbido per gli ottavi di finale del Milan.Diego Costa

Vero, da qui a febbraio molte cose possono cambiare. Ma resta inaccettabile un giudizio che non si basi sull’effettivo valore di una squadra, quanto sul “blasone” della stessa.

In definitiva: oggi il Milan partirebbe svantaggiato con chiunque. Ma per favore, non sottovalutate così l’Atletico Madrid solo perché tradizionalmente non è una delle grandi d’Europa (né perché negli ultimi anni non ha centrato finali a ripetizione).

________________________________________________________________

Facebook          Twitterblog          Twitterpersonale          G+          Youtube
Acquista il mio primo libro: La carica dei 201!

Read Full Post »

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Le Federazioni rappresentate ai quarti di Europa League sono cinque, una in meno di quelle rappresentate in Champions. A rimanere ancora in gioco, infatti, sono Germania (Amburgo e Wolfsburg), Spagna (Atletico Madrid e Valencia), Inghilterra (Liverpool e Fulham), Portogallo (Benfica) e Belgio (Standard Liegi).

E' Uwe Seeler - sulla destra - l'Ambasciatore della finale dell'Europa League 2010

Posto che anche qui sono possibili scontri fratricidi già da questo turno è sperabile, ai fini del famoso ranking UEFA in cui la Germania sta effettuando il sorpasso su di noi (cosa che ci porterebbe tra due anni a perdere il quarto posto in Champions, con la nostra presenza nella massima competizione europea che si ridurrebbe a tre squadre e quella tedesca che crescerebbe fino a quattro), che le due tedesche o si prendano due avversarie sulla carta superiori e vengano sbattute fuori (Valencia e Liverpool potrebbero fare al caso nostro) o, quantomeno, si scontrino tra loro. Certo, questo significherebbe avere una delle due sicure in semifinale, ma averle entrambe sarebbe molto peggio.

Questo, comunque, il responso dell’urna:

Amburgo – Standard Liegi
Fulham – Wolfsburg

Valencia – Atletico Madrid
Benfica – Liverpool

Strada spianata per le semifinali, sulla carta, per entrambe le tedesche. Il quarto posto in Champions, insomma, sembra oggi più lontano che mai per il nostro paese.

Scontro fratricida, invece, tra le due spagnole, che giocheranno il quarto più interessante del lotto.

Benfica invece che avrà non pochi problemi a domare il Liverpool.

Per quanto riguarda le semifinali si potrebbe riproporre uno scontro fratricida tra le due tedesche, cosa che, nel caso, garantirebbe una tedesca in finale.

Potrebbe invece essere una finale anticipata l’altra semifinale: un eventuale Valencia – Liverpool, ad esempio, sarebbe un match di notevole valore anche se giocato in Champions League…

Read Full Post »

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Ben sei Federazioni rappresentate nei quarti di finale della massima competizione continentale, cosa questa che non accadeva dalla Champions League 1998/1999 quando arrivarono a questo punto della competizione due tedesche (Bayern Monaco e Kaiserslautern), due italiane (Juventus ed Inter), una spagnola (Real Madrid), un’ucraina (Dinamo Kiev) ed una greca (Olympiakos).

Butragueno sorteggia gli accoppiamenti di quarti e semifinali, portando fortuna all'Inter

Allo stesso modo, quindi, quest’anno le sei Federazioni rappresentate sono quella inglese (Arsenal e Manchester United), quella francese (Lione e Bordeaux), quella italiana (Inter), quella spagnola (Barcellona), quella tedesca (Bayern Monaco) e quella russa (CSKA).

Posto che sono possibili anche scontri fratricidi è indubbio che per l’unica rappresentate italiana rimasta in Europa, l’Inter, la speranza è di prendere una delle tre squadre sulla carta più abbordabili: Lione, Bordeaux e CSKA. Anche se la speranza nel pre sorteggio, personalmente, resta che i Nerazzurri possano incontrare e battere il Bayern Monaco, cosa che sarebbe molto importante ai fini del ranking UEFA (dove comunque il sorpasso del calcio tedesco resta imminente).

Alla fine questo è stato il responso dell’urna di Nyon:

Bayern Monaco – Manchester United
Lione – Bordeaux

Inter – CSKA
Arsenal – Barcellona

E’ andata bene, quindi, ai nostri portacolori, che dovranno affrontare la squadra sulla carta più abbordabile del lotto. Inter che, però, avrà un accoppiamento molto duro per la semifinale, dove, in caso ci arrivasse, troverebbe Arsenal o, più probabilmente, Barcellona.

Dalla parte opposta del tabellone i tedeschi si scontreranno contro il Manchester United in quello che è forse il quarto più interessante del lotto. Scontro fratricida, invece, tra le due francesi, con il conseguente risultato che una delle due andrà sicuramente a casa ma, di contro, altrettanto sicuramente ci sarà una francese in semifinale.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: