Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 24 agosto 2013

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Come al solito non prendo mai un pronostico.

Prima dell’inizio del match, twittando ai ragazzi di Canale Milan, dissi che prevedevo un 2 a 1 sì, ma in favore dei Rossoneri. Beh, se non altro il risultato più o meno l’ho preso. Ed anche un marcatore (Toni).Luca Toni

L’ex Campione del Mondo che dimostra di poter essere ancora un fattore in Serie A, anche se notevolmente facilitato in questo compito da una difesa tutt’altro che degna di vestire la maglia del Milan.

Due reti, entrambe di testa, per il bomber che ai tempi di Firenze spaccava le difese avversarie come un cuneo inarrestabile.

Ma è tutto il Verona a giocare una grande partita.

L’avvio in realtà non è dei migliori, col Milan che sembra da subito prendere in mano il pallino del gioco trovando addirittura il vantaggio al quarto d’ora con Andrea Poli, che trova tempi d’inserimento perfetti ed un Cacciatore non propriamente attento per andare a bucare il comunque ottimo Rafael (per me, una delle possibili sorprese di questo campionato).

Piano piano però l’inerzia cambia, il Milan perde compattezza ed esce il Verona, che sfrutta un paio di grosse incertezze difensive per mettere Toni in condizione di battere comodamente con uno dei suoi pezzi forti: il colpo di testa.

Verona, così, si dimostra ancora una volta fatale per i Rossoneri, che escono con le ossa rotte da un Bentegodi sempre caldissimo ma che, ahimè, non perde occasione per rinverdire la propria fama a fine partita.

Squadra che pare essere molto solida comunque questo Verona, che promette di combattere ogni week-end per evitare comodamente la retrocessione.

E chissà se Petagna, entrato in campo nella ripresa per provare a dare ulteriore peso all’attacco Rossonero, avrà imparato qualcosa da quello che, tecnicamente, potrebbe essere un suo mentore, quel Luca Toni appunto in goal due volte in questo inizio di serata.

Milan che dopo il pareggio di Eindhoven trova quindi una sconfitta nella prima giornata di campionato e che dovrà ora reagire immediatamente mercoledì, quando giocherà il ritorno col PSV. In una partita che, bene ricordarlo, vale qualcosa come – minimo – 30 milioni di euro.

Certo, lo scorso anno il Milan partì malissimo e si ripresa a lungo andare, compiendo un “ritorno” importante coronato con la qualificazione ai preliminari di Champions.

In questa stagione però ci sono i preliminari, che vuol dire due cose: da una parte iniziare male può voler dire perdere la Champions (e relativi introiti). Dall’altra la preparazione, crediamo, dovrebbe essere stata fatta proprio per iniziare forte, di modo da non correre rischi contro il PSV. La squadra dovrebbe quindi già essere poco imballata da un punto di vista fisico. Logico quindi aspettarsi una grande partenza.

Invece un pareggio ed una sconfitta nelle prime due gare ufficiali sono un bottino molto misero…

Venendo ai singoli, ovviamente ottima la prestazione di Toni, MVP. Lotta come ai bei tempi e conclude al meglio quando conta. Nulla da dire.

Nel Verona bene anche i due esterni offensivi, Martinho e Jankovic, che giocano una partita di grandissima quantità (diventando veri e propri centrocampisti in fase di non possesso) ma anche di discreta qualità (del serbo il cross che vale l’assist per il 2 a 1 finale).

In generale fanno bene comunque tutti, con Romulo instancabile in entrambe le fasi, Donati sugli scudi là in mezzo, Maietta ed Albertazzi (di proprietà del Milan, che però sembra non aver mai creduto davvero in lui) ottimi in fase difensiva.

Per quanto concerne il Milan non fa male Balotelli, autore dell’assist per l’1 a 0 e di una partita con alcune buone giocate. Certo però che un giocatore che prende in continuazione dei gialli per proteste non è proprio accettabile…

Bene anche Poli, che oltre al goal gioca una partita molto ordinata e grintosa.Andrea Poli

Boccerei invece la difesa in blocco, per non parlare di Nocerino praticamente invisibile ed un Niang che ormai dovrebbe aver fatto venire più di qualche dubbio anche in società rispetto al fatto che possa – già, almeno – incidere a questi livelli.

________________________________________________________________

Profilo Twitter personale: http://twitter.com/Mahor17
Profilo Twitter blog: http://twitter.com/sciabolatablog
Pagina Facebook blog: http://www.facebook.com/sciabolatamorbida
Profilo Google+: http://plus.google.com/u/0/110020531378259179490/posts
Profilo YouTube: http://www.youtube.com/user/MahorSM

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: