Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 12 gennaio 2010

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Si sono giocati tra ieri e l’altro ieri i match valevoli per la prima giornata dei primi due gironi di Coppa d’Africa.

Nonostante quanto accaduto alla nazionale togolose, che si è ritirata a seguito dell’attentato subito al loro arrivo in Angola, la CAN 2010 non si arresta. Domenica, quindi, il via alle danze con la nazionale di casa che si è resa protagonista di un epico 4 a 4 contro la nazionale malese.

Le premesse per una partita di un certo spessore c’erano sicuramente tutte, questo nonostante le scelte quantomeno bizzarre operate da Stephen Keshi, allenatore del Mali. Il C.T. nativo di Lagos, infatti, ha deciso di affiancare Bakaye e Mahmane Traorè al madridista Diarra, tenendo così in panchina due dei migliori centrocampisti dell’intero continente africano: il Blaugrana Keita e  lo juventino Sissoko.

La scelta non si può certo dire che abbia pagato: dopo settantacinque minuti di gioco, infatti, i padroni di casa, trascinati dall’inossidabile Fabio e dalla freschezza dell’ex Red Devils Manucho, avevano saldamente in mano il match. Nonostante potessero schierare, nonostante i due campioni in panca, fior di giocatori come il già citato Diarra, il barese Diamoutene, Kanoutè ed altri giocatori di livelli, infatti, i maliani erano sotto 4 a 0.

Keita segna il terzo goal del Mali

Partita chiusa? Non in Coppa d’Africa.

Con un grande scatto d’orgoglio e trascinati da un Keita indomabile Le Aquile rientrano in partita, trovando un incredibile pareggio: in sedici minuti, dal settantanovesimo al novantaquattresimo, segnano quattro reti e mettono la firma su di un’impresa che ha davvero del fantasmagorico.

Il primo posto nel Gruppo A, quindi, è preso, piuttosto incredibilmente, dal Malawi: le Flames distruggono infatti con un secco tre a zero quell’Algeria che tra sei mesi sarà impegnata al Mondiale sudafricano. Nonostante partissero nettamente svantaggiati contro una delle nazionali più in voga del continente, quindi, i giocatori del Malawi compiono un’impresa niente male. Nulla a che vedere con l’epica rimonta del Mali, certo, ma a modo suo è comunque un qualcosa di stupefacente.

Nel Gruppo B si gioca invece una sola partita. E’ questo, infatti, il gruppo del Togo, squadra che ritirandosi lascia un posto vuoto che non può essere colmato da nessun’altra squadra.

A giocare sono quindi solo Costa d’Avorio e Burkina Faso, con gli ivoriani che, un po’ a sorpresa, non riescono ad andare oltre ad un deludente 0 a 0. Non certo il migliore degli esordi per Drogba e compagni.

Read Full Post »

Avendo avuto problemi con l’ADSL in questi ultimi giorni non ho potuto aggiornare i trasferimenti ufficiali. Recupero quindi oggi postando quelli degli ultimi tre giorni.

Felipe Caicedo dal Manchester City al Malaga (prestito).
Gonzalo Garcia-Garcia dal Groningen al Venlo (prestito).
Adam Szalai dal Real Madrid al Mainz (prestito).
Josè Fonte dal Crystal Palace al Southampton.
Colin Healy dall’Ipswich al Falkirk.
Walid Mesloub dall’Istres al Le Havre.

Mesloub passa dall'Istres al Le Havre a titolo definitivo

Mohamed Shawky dal Middlesbrough al Kayserispor.
Andriy Voronin dal Liverpool alla Dinamo Mosca.
Kees Luijckx dall’AZ Alkmaar all’ADO Den Haag (prestito).
Elrio Van Heerden dal Blackburn al Sivasspor.
Stefano Guberti dalla Roma alla Sampdoria (prestito).
Andy Griffin dallo Stoke al Reading.
Miguel Marcos Madera “Michel” dallo Sporting Gijon al Birmingham.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: