Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 5 gennaio 2010

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Il viaggio attraverso l’universo svincolati dei cinque principali campionati europei si conclude con la tappa francese. Anche in Ligue 1 come in Bundesliga sono quasi 150 i giocatori che si svincoleranno il prossimo giugno, andiamo a vedere di chi si tratta.

Hartock potrebbe lasciare Lione

Per quanto riguarda i portieri un nome che può destare interesse è quello di Joan Hartock, 22enne portiere nato in Martinica approdato al Lione nel 2004 dall’US Le Robert ed ex punto di forza delle nazionali giovanili francesi. In carriera Hartock è stato capace di portare la squadra riserve del Lione a vincere il campionato CFA nel 2006, ma non è poi mai riuscito ad imporsi in prima squadra. L’arrivo di Lloris la scorsa stagione, quindi, gli ha del tutto chiuso le porte della titolarità in faccia ed è quindi probabile, essendo ancora così giovane, che possa decidere di lasciare Les Gones per trovare più spazio altrove.

Nel Monaco c’è un altro giovane interessante: si tratta di Yohann Ulien Thuram, cugino del più famoso Lilian, ex difensore di Parma e Juventus. Il 21enne nativo di Courcouronnes aveva cominciato a far parlare di sè la scorsa stagione, dopo cinque anni nell’Accademia dei Rouge et Blanc. La partenza estiva di Roma non gli ha però schiuso le porte della titolarità tra i pali della squadra, così Yohann potrebbe decidere di abbandonare il Principato al termine della stagione.

Questi gli altri venti portieri in scadenza: Ramè (Bordeaux), Pionnier (Montpellier), Andrade, Riou (Marsiglia), Cappone (Lorient), Grondin (PSG), Luzi, Petit (Rennes), Gregorini (Nancy), Leca, N’Dy Assembe, Wimbée (Valenciennes), Mouko (Lille), Bague (Boulogne), Atrous (Lens), Letizi, Moreau (Nizza), Roche (Le Mans), Le Crom, Maubleu (Grenoble).

Per quanto riguarda i difensori quello che più di tutti potrebbe interessare, anche in Italia, è Francois Clerc, terzino destro lionese nativo di Bourg-en-Bresse che in passato era stato più volte accostato alla Juventus, tra le altre.

Sempre parlando di terzini francesi un obiettivo interessante per più club è Laurent Bonnart: il trentenne terzino dell’OM vedrà il suo triennale, firmato nel 2007 al momento del suo arrivo dal Le Mans, scadere il prossimo giugno. Acquistabile a parametro zero, quindi, l’ex Tours potrebbe fare gola a molte squadre. Se non come titolare, infatti, Bonnart sarebbe quantomeno un backup più che discreto.

In quel di Bordeaux si può invece andare ad acquistare un po’ di esperienza. Nella squadra agli ordini di Blanc sono infatti due i difensori in scadenza: Franck Jurietti e Diego Placente.
Il primo è ai girondini dall’ormai lontano 2003, anno in cui approdò ai bordolesi proveniente dal Monaco. Il secondo invece firmò per il Bordeaux nel 2008, proveniente dal San Lorenzo. Il suo biennale firmato quell’estate scadrà a giugno, momento nel quale potrà quindi decidere di liberarsi a parametro zero.

Questi gli altri quarantatre difensori in scadenza: Faure, Fontaine, Seguin (Lione), Benhamida, Collin, Colombo, Dzodic, El Kaoutari, Nelson, Spahic (Montpellier), Mangani, Modesto. Muller, Nkoulou, Simic (Monaco), Le Lan, Marchal, Mendy (Lorient), Traoré (PSG), Echiejile, Hansson (Rennes), Macaluso, Marange (Nancy), Martin (Auxerre), Abardonado, Ducourtioux, Dame Traorè (Valenciennes), Benalouane, Dabo, Tavlaridis, Varrault (St. Etienne), Ebondo (Tolosa), Borne, Lecointe (Boulogne), Remy (Lens), Ben Frej, Essome Bayi, Geder (Le Mans), Cianci, Jemmali, Rendulic, Robin, Vitakic (Grenoble).

Sono però in mediana i giocatori più interessanti del lotto.

Kallstrom sarebbe appetito da molti club

In quel di Lione si può trovare in scadenza niente popò di meno che Kim Kallstrom, uno dei centrocampisti più tecnici dell’intero campionato transalpino. Il 27enne talento svedese è una delle colonne della sua nazionale, dopo essere stato uno dei punti di forza delle nazionali giovanili, nonché uno dei giocatori più apprezzati di Francia. Il numero 6 dell’OL ha giocato quasi 150 partite con i pluricampioni di Francia e potrebbe ora voler cambiare aria. Qualora lo decidesse troverebbe sicuramente la fila fuori dalla sua porta.

A Parigi sono invece in scadenza il passato ed il futuro della nazionale francese. Da una parte, infatti, troviamo Claude Makélélé, settantuno volte nazionale francese e già colonna di Real e Chelsea. Dall’altra, invece, andrà in scadenza anche il contratto di Younousse Sankharé, 20enne nativo di Sarcelles punto di forza dell’under 21 transalpina attualmente in prestito allo Stade Reims, in Ligue 2. Sankharé che è, assieme ai vari Sakho, N’Gog, MavingaKebano e Kamghain, uno dei migliori prodotti degli ultimi anni dell’Accademia del PSG.

Sempre parlando di giovani interessanti spostandoci ad Auxerre troviamo Alain Traorè, ala del Burkina Faso (esordì in nazionale a 18 anni) arrivata in Francia nel 2005 dal Planete Champion. A Grenoble, invece, andrà in scadenza Sofiane Feghouli, trequartista di Lavallois-Perret ritenuto in patria – l’ennesimo – nuovo Zidane.

Diversi giovani interessanti, insomma, oltre a giocatori già più che maturi e pronti a qualsiasi sfida.

Questi, comunque, gli altri trentanove centrocampisti in scadenza: Beynié (Lione), Delaye, Lacombe (Montpellier), Dufau, Leko, Mollo, Zola (Monaco), Jouffre, Mansouri, Mvuemba, Sakuwaha, Vahirua (Lorient), Baning(PSG), Bruno Cheyrou, Leroy (Rennes), Faye (Nancy), Capoue, Ndinga (Auxerre), Hautcoeur (St. Etienne), Salibur (Lille), Berson, N’Diaye, Sirieix, Tabanou (Tolosa), Da Rocha, Ducatel, Mame N’Diaye (Boulogne), Kovacevic, Leclerc (Lens), Echouafni (Nizza), Mossevi, Keita, Loriot, Nkwelle, Séne (Le Mans), BatllesJuan, Macquet, Tinhan (Grenoble).

Il vero grande pezzo pregiato del mercato svincolati francese, però, si trova in attacco: a Bordeaux va infatti in scadenza Marouane Chamakh, tra le migliori punte attualmente in circolazione sul territorio francese. Il cinquantadue volte nazionale marocchino è ai girondini dal 2002 e dopo più di 200 presenze (e 50 goal) con la maglia bordolese potrebbe quindi decidere di porre fine alla sua esperienza francese. Di certo c’è che anche lui, così come Kallstrom, non avrebbe problemi a trovare un’altra squadra qualora decidesse di lasciare il Bordeaux.

Marouane Chamakh è uno dei giocatori più interessanti dell'intero panorama svincolati europeo

Altro giocatore di statura internazionale è Mateja Kezman: l’ex punta di PSV e Chelsea gioca attualmente nelle fila del PSG e vedrà il suo contratto scadere a giugno. Che anche lui voglia tentare l’avventura altrove?

Questi, per finire il nostro viaggio nell’universo svincolati, gli attaccanti in scadenza in Ligue 1: Sagbo (Monaco), Diané (Lorient), Arquin, BoliPartouche (PSG), Badiane, Briand, Ekoko, Pagis, Sow, Thomert (Rennes), Camerling, Curbelo (Nancy), Lejeune, Niculae (Auxerre), Faye, Ilan (St. Etienne), Tourè (Lille), Dupuis, Soukouna (Tolosa), Jemaa (Lens), Akrour, Ito, Ravet (Grenoble).

Read Full Post »

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.
________________________________________________________________

Il campionato tedesco è quello, tra i cinque principali d’Europa (Serie A, Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1), con più giocatori in scadenza di contratto. Ben 149, infatti, sono i calciatori militanti in squadre di questo campionato che potranno cambiare squadra a parametro zero alla fine del prossimo giugno.

Trentadue di questi sono portieri.

Quale futuro per Butt?

A Monaco di Baviera sono ben due gli estremi difensori in scadenza: si tratta di Hans-Jorg Butt e Michael Rensing.
Il primo, nato il 28 maggio 1974 ad Oldenburg, crebbe nelle giovanili del TSV Großenkneten squadra da cui passò nel 1991 all’Oldenburg. Dopo sei anni nel VfB lo sbarco ad Amburgo, squadra nella quale si impose al calcio di vertice, arrivando a giocare anche in Champions League. Dopo la redditizia avventura al Leverkusen (dove disputò più di 200 match ufficiali) e la breve parentesi portoghese al Benfica arrivò la chiamata del Bayern, bisognoso, dopo l’addio di Kahn, di affiancare un portiere esperto al giovane Rensing. Oggi, alle porte dei trentasei anni, non è più così scontato che Butt decida di continuare a giocare, anche se essendo un portiere potrebbe tranquillamente disputare altre due o tre stagioni almeno.

Il secondo, invece, nacque il 14 maggio del 1984 a Lingen e dopo aver passato dodici anni nelle giovanili della squadra della sua città arrivò il passaggio al Bayern. Qui giocò un paio d’anni nel settore giovanile per poi entrare nel 2002 nel giro del Bayern Monaco II e nel 2003 in quello della prima squadra. La scorsa stagione, complice il ritiro di Kahn, divenne quindi titolare della squadra bavarese ma avendo messo in mostra non poche titubanze nel ricoprire quel ruolo ha finito col perdere il posto tanto che quest’anno ha giocato tre sole partite di Bundesliga e due di DFB Pokal. Una sua partenza da Monaco, quindi, non è così improbabile.

Altro nome con un certo appeal è quello di Timo Hildebrand, trentenne nativo di Worms cresciuto ed affermatosi nello Stoccarda prima del suo passaggio al Valencia e del ritorno in Germania, dove gioca tutt’ora. Dopo la non proprio fortunata parentesi spagnola, infatti, l’ex portiere dell’under 21 teutonica ha deciso, una volta risolto consensualmente il suo contratto con il Valencia, di accettare la corte dell’Hoffenheim, squadra di cui è oggi il titolare. L’età è quella giusta per un portiere, le sue capacità sono indiscutibili… facile decida di trovarsi una sistemazione in una squadra di livello superiore rispetto a quella in cui milita ora.

Gli altri ventinove portieri in scadenza sono: Bobel (Leverkusen), Hesl, Rost (Amburgo), Amsif (Schalke), Mielitz, Vander (Werder), Haas (Hoffenheim), Kleinheider, Wache, Wetklo (Mainz), Lenz (Wolfsburg), Nikolov, Proll, Zimmermann (Eintracht), Pouplin (Friburgo), Jensen (Hannover), Hottecke (Dortmund), Lehmann (Stoccarda), Heerwagen, Luthe, Renno (Bochum), Heimeroth (Moenchengladbach), Mondragon (Colonia), Klewer, Stephan (Norimberga), Burchert, Drobny, Gang, Ochs (Herta).

Quaranta sono invece i difensori. Erano, anzi. Perché il nome più interessante del lotto, quello di Serdar Taşçı, va depennato dalla lista. Il 22enne centrale di Esslingen, infatti, è uno dei giovani centrali difensivi tra i più interessanti d’Europa ed ha riscosso così tante attenzioni negli ultimi mesi che i dirigenti dello Stoccarda non potevano che rinnovargli il contratto, ora in scedenza nel 2014.

Osorio prolungherà la sua avventura europea?

Sempre nei Die Schwaben troviamo anche il messicano Ricardo Osorio: nato il 30 marzo del 1980 a Huajupan de Leon si è affermato nel Cruz Azul, finendo anche per diventare una colonna della sua nazionale, prima di passare, nel 2006, allo Stoccarda. A giugno potrà però quindi essere l’assoluto padrone del suo destino, decidendo se continuare la sua avventura tedesca, se tentare la fortuna in un altro campionato europeo o se, magari, tornare in patria per chiudere la carriera.

Sempre nello Stoccarda c’era, prima di tornare in patria firmando per lo Zurigo, anche Ludovic Magnin, nazionale elvetico che ha però posto fine al suo rapporto con la squadra prima della scadenza naturale del contratto.

In quel di Monaco di Baviera è invece in scadenza Daniel Van Buyten, roccioso centrale belga che dopo aver giocato in Charleroi, Standard Liegi, Olympique Marsiglia, Manchester City ed Amburgo ha firmato nel 2006 per i bavaresi riuscendo a portarsi a casa una Bundesliga, una Coppa di Germania ed una Coppa di Lega. Le sue imponenti qualità fisiche unite ad una robusta esperienza ne fanno un obiettivo interessante per molte squadre.

Gli altri difensori in fase di svincolo sono: Manuel Friedrich, Sarpei, Tourè (Leverkusen), Benjamin, Reinhardt (Amburgo), Pachan (Schalke), Harnik (Werder), Conrad, Ibertsberger, Nilsson (Hoffenheim), Bungert, Hoogland, Noveski, Rose, Svensson, Van der Heyden (Mainz), Spycher (Eintracht), Barth, Krmas (Friburgo), Balogun, Cherundolo, Hofmann, Ismael, Rausch, Schmiedebach, Vinicius, Balitsch (Hannover), Vrzogic (Dortmund), Niedermeier (Stoccarda), Bonig (Bochum), Brouwers, Kleine (Moenchengladbach), Cullmann, Wome (Colonia), Kammermeyer, Pinola (Norimberga), Von Bergen (Herta).

Nessun dubbio riguardo a quello che è il giocatore più appetibile a centrocampo: la capolista, infatti, ha in scadenza di contratto niente popò di meno che Tranquillo Barnetta, forte centrocampista elvetico in Germania dall’ormai lontano 2004. Barnetta che per quanto non è certo considerabile un top player né un giocatore capace di risolvere le partite resta comunque un più che onesto mestierante del pallone. Tenendo conto del fatto che ha solo 24 anni, poi, ecco che il suo appeal sul mercato cresce notevolmente. Per lui, quindi, potrebbe presto scatenarsi una vera e propria asta tra le squadre di diversi paesi europei.

Barnetta non è comunque il solo giocatore che desta interesse. In quel di Monaco, infatti, troviamo in scadenza il trio Hamit Haltintop, Andreas Gorlitz, Mark Van Bommel, tutti giocatori (in special modo l’ultimo) di buona statura internazionale.

A Dortmund, invece, va in scadenza il brasiliano Tinga, ex stella dell’Internacional di Pato, mentre ad Hannover troviamo svincolabile il giovane italoamericano Sal Zizzo, ala dalle discrete capacità tecnico-atletiche.

Le strade di Tinga e del Borussia Dortmund potrebbero dividersi a fine stagione

Gli altri quarantaquattro centrocampisti in scadenza sono: De Wit, Zdebel (Leverkusen), Kobiaschwili, Mineiro, Schmitz, Stevanovic, Yalin (Schalke), Artmann (Werder),  Gross, Weis (Hoffenheim), Gunkel, Heller, Karhan, Pekovic (Mainz), Baier, Hasebe (Wolfsburg), Mahdavikia, Meier, Preuss (Eintracht), Abdessadki, Banovic, Sirigu (Friburgo), Bruggink, Kryznowek, Pinto, (Hannover), Basturk, Hilbert, Hitzlsperger, Simak (Stoccarda), Epallé, Imhof, Ono (Bochum), Niedrig, Petit, Sanou (Colonia), Gygax, Judt, Kluge, Kotzke, Mnari (Norimberga), Cesar, Cicero, Dardai, Piszczek (Herta).

Ben ventotto (più del doppio di quelli di Serie A e della Liga), infine, gli attaccanti in scadenza.

Tra questi uno dei nomi più interessanti è quello del tedesco nativo di Rio de Janeiro Kevin Kuranyi, da quasi cinque anni puntero dello Schalke 04. Cresciuto in Brasile tra Serrano FC, Las Promesas e Sporting 89 San Miguelito approdò nel 1997 al settore giovanile dello Stoccarda, squadra che lo lanciò quattro anni più tardi nel calcio che conta. Rispetto a quanto faceva sperare proprio in quegli anni, comunque, Kuranyi ha un po’ deluso. Nonostante questo resta però un giocatore molto interessante ed a parametro zero potrebbe far gola a molte squadre.

Altro giocatore che desterà sicuramente interesse è Aaron Hunt, ventitreenne punta cresciuta tra Oker, Goslar e Werder Brema, squadra in cui milita a tutt’oggi. Punto di forza delle rappresentative giovanili under 16, 17 e 21 del suo paese Aaron, madre inglese e padre tedesco, ha deciso di accettare, lo scorso novembre, la convocazione della nazionale maggiore tedesca, cosa che gli precluderà in futuro la possibilità di giocare per la nazionale britannica.

Molto interessante, soprattutto per le squadre tedesche, è anche il nome di Cacau, 28enne nativo di Santo Andrè in forza allo Stoccarda. Dopo essere cresciuto nelle giovanili della Sociedade Esportiva Palmeiras e del Nacional Atletico Clube arrivò lo sbarco in Germania tra le fila del Türk Gücü München. Dopo due anni e trentuno presenze, quindi, il passaggio al Norimberga, squadra in cui si impose all’attenzione dei maggiori club tedeschi. Nel 2003, quindi, la chiamata dello Stoccarda, squadra in cui ha militato sino ad Oggi. Dopo sette anni di onorato servizio nei Die Schwaben deciderà quindi di cambiare aria?

Cacau potrebbe abbandonare i Die Schwaben

Gli altri venticinque attaccanti in scadenza sono: Guerrero (Amburgo), Halil Altintop, Loheider (Schalke), Amri, Baljak, Bogavac (Mainz), Dejagah (Wolfsburg), Alvarez, Heller, Liberopoulos, Tosun, Tsoumou (Eintracht), Bechmann, Idrissou, Jager (Friburgo), Lindner (Hannover), Sadrjaj (Dortmund), Aydin, Hashemian, Klimowicz (Bochum), Colautti, Lamidi, Neuville (Moenchengladbach), Zielinsky (Colonia), Boakye (Norimberga).

Read Full Post »

Njitap Geremi dal Newcastle all’Ankaragucu.
Jop Van der Linden dal Vitesse all’AGOVV (prestito).
Arnold Kruiswijk dall’Anderlecht al Roda (prestito).
Jacopo Balestri dal Mantova alla Salernitana.
Sergio Floccari dal Genoa alla Lazio.
Goran Pandev dalla Lazio all’Inter (parametro zero).

Ritorno a Milano per Goran Pandev

Leandro Greco dalla Roma al Piacenza (prestito).
Andrea Bertolacci dalla Roma al Lecce (prestito).
Peer Kluge dal Norimberga allo Schalke.
Anduele Pryor dal Vitesse al Roeselare (prestito).
Emilson Sanchez Cribari dalla Lazio al Siena (prestito).
Andrea Dossena dal Liverpool al Napoli.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: